Perché

Quando nel 1973 decisi di fondare il periodico "lineaverde" lo feci con tanto entusiasmo pensando di offrire un valido supporto a molti operatori culturali. 
Nasceva così un'espressione giornalistica libera, pronta a rifiutare ogni condizionamento ideologico, perché credente nei fatti e non alle parole. 

Un periodico libero ed indipendente con lo scopo di puntualizzare gli avvenimenti di questa  società e stigmatizzarli in tutti i suoi aspetti.
In questi anni ho dovuto combattere contro molti "avvenimenti" che tentavano a far "morire" questa testata giornalistica e, vi assicuro, che non siamo stati dei disfattisti che volevano trovare ad ogni costo il marcio anche dove non c'era, ma attraverso l'arte - in tutte le sue forme - abbiamo cercato di mettere in luce tutti gli aspetti più degradanti di questa nostra società.
Purtroppo mi sono dovuto sempre sobbarcare l'onere di tutto e spesso non sono stato affiancato da collaborazioni valide.

Ma, come sempre, non mi sono arreso e sono andato avanti: ho creato un premio di poesia, una casa editrice e tantissime altre attività, nella speranza di giungere a quegli obiettivi di partenza.

Ora vogliamo essere presenti anche sulla "grande rete", per ampliare il nostro discorso e creare nuovi adepti, per una informazione libera da ogni condizionamento. 
Inoltre penso che sia importante essere presente con le proprie opere (letterarie o pittoriche) in Internet in modo da divulgare ampiamente la propria produzione. 
Non lasciatevi sfuggire occasioni come queste, che favoriscono la divulgazione della vostra opera!

La collaborazione, quindi, è aperta a tutti: scriveteci e ... ben vengano i vostri suggerimenti, le vostre idee, i vostri scritti, i vostri lavori grafici.